Sulla strada che percorriamo ogni singolo giorno incontriamo ciò che ci è necessario per sviluppare al meglio chi siamo. I rallentamenti e gli impedimenti, sono i doni che troviamo lungo il nostro cammino, quelli che ci consentono in ogni istante di attingere a ciò che di più potente nascondiamo, che non mostriamo, neppure a noi stessi. Continuare ad avanzare vuol dire continuare a disotterrare i nostri tesori, per poi giungere un giorno a sc....... Continua a leggere…


Superarsi vuol dire accorgersi di se stessi. Nel troppo dare, come nel fingere di essere, c’è sempre l’elemento del pretendere qualcosa in ritorno. Il vero generoso è colui che libera gli altri da ogni obbligo, centrandosi su se stesso. All’apparenza scomodo perchè anche difficile, colui che non ha paura della sua parte non in luce, non pretende di esser sempre amato, perché “non ha bisogno” di essere sempre amato. Non ha paura di ....... Continua a leggere…


I tuoi fallimenti sono nelle tue abitudini. L'accesso all'immaginazione avviene con la consapevolezza, con la determinazione di cambiare ogni tendenza che come automi replichiamo. Percepirsi già nel cambiamento, immaginarsi già in quella vita e in quella situazione tanto desiderata, in quell'emozione, con quelle persone che tanto amiamo, quasi a percepirne gli odori e il tatto, le risa, la felicità, la quotidianità. Si chiama ologrammazione, ....... Continua a leggere…


Tutto può esser toccato con amore e per farlo occorre desiderare di guarire. C’è un tempo per dare e uno per imparare a ricevere e solo dopo c’è un tempo per desiderare di esser visti, a tal punto da sottrarsi alla possibilità di essere ignorati, manipolati. Se c’è debolezza non c’è amore ma dipendenza. Amarsi è sempre spostarsi. Tiziana Cerra www.tizianacerra.com Ph Jonathan Borba, Unsplash ....... Continua a leggere…


Esserci è una parola così abusata. Non basta essere presenti per esserci. Esserci non ha a che fare con la presenza, piuttosto con l’essenza.

Tiziana Cerra www.tizianacerra.com Ph H.F.E. & Co Studio, Unsplash ....... Continua a leggere…


Ci sono parole che non escono e che se ne stanno lì in attesa, perse nei meandri di qualcosa che è stato smarrito. Ogni volta che incontri una persona speciale, capace di parole che sanno arrivare, chiediti sempre quale sia il sordo dolore che la conduce, la feritoia che le sospinge in superficie, affinché ogni comprensione sia dono, affinché ogni cura venga restituita in respiri. Nessun cuore che non abbia mai conosciuto l’inferno, potreb....... Continua a leggere…


Nel dubbio tu lascia andare, nel dubbio tu rinuncia sempre. Ciò che è tuo non volerà via col vento, mai. Ciò che si sposta, ciò che non resta, con te non è mai stato, a te non è mai appartenuto. Il tempo farà il resto, tu nel frattempo cercati, spingendoti fin laggiù dove hai dimenticato i tuoi istanti spensierati e felici. Non affidare alle parole il senso del tuo vivere, del tuo sentire, del tuo andare verso e incontro. Affida ogni cos....... Continua a leggere…


Nel dubbio tu lascia andare, nel dubbio tu rinuncia sempre. Ciò che è tuo non volerà via col vento, mai. Ciò che si sposta, ciò che non resta, con te non è mai stato, a te non è mai appartenuto. Il tempo farà il resto, tu nel frattempo cercati, spingendoti fin laggiù dove hai dimenticato i tuoi istanti spensierati e felici. Non affidare alle parole il senso del tuo vivere, del tuo sentire, del tuo andare verso e incontro. Affida ogni cos....... Continua a leggere…


D’un tratto dovrai interrompere la routine che ti spinge ogni singolo giorno. Le sensazioni di agitazione, ovattamento, confusione, ti stanno parlando di te, non di ciò che vivi. Lascia che ti prendano la mano, lasciati portare. Non esiste un modo giusto o sbagliato di fare e di vivere ma se sei infelice, hai diritto a rilanciare i dadi. Posa il giudizio altrui, lascia cadere semplicemente quel che di te dicono. Non è divenire esageratament....... Continua a leggere…


D’un tratto dovrai interrompere la routine che ti spinge ogni singolo giorno. Le sensazioni di agitazione, ovattamento, confusione, ti stanno parlando di te, non di ciò che vivi. Lascia che ti prendano la mano, lasciati portare. Non esiste un modo giusto o sbagliato di fare e di vivere ma se sei infelice, hai diritto a rilanciare i dadi. Posa il giudizio altrui, lascia cadere semplicemente quel che di te dicono. Non è divenire esageratament....... Continua a leggere…