Il senso di solitudine è eco dall’eterno tempo che bussa. Non ha a che fare con ciò che hai o con ciò che non hai intorno, con chi hai o non hai accanto. È quel fiato che si accorcia affinché sia cambiare respiro, è quel ponte tra ciò che è e ciò che è stato, che si accorda al tutto, se gli fai strada e gli presti ascolto. Divenire consapevoli aiuta ad abbracciarsi, abbracciarsi aiuta a lenire tutto il dolore, mostrandoti così ciò c....... Continua a leggere…


C’è qualcosa dentro di te che agisce senza di te, perché andare a meta non è questione di ricerca, di intenzione, di apprendimento, andare a meta ha a che fare con l’ascolto, con il respiro, con chi sei davvero. L’identificazione con la sofferenza deve lasciare spazio all’identificazione con il farcela. È questo il momento di liberarsi di questo troppo ragionare a proposito del tuo dolore, rievocandolo, rivivendolo, ricreandolo, costa....... Continua a leggere…


Ciò che ti spaventa di te è comunque tuo e ha diritto di stare lì in te e con te. Il tuo compito non è amare ciò che c’è ma osservarlo. La trasformazione passa attraverso la tua testimonianza. Allora ti accorgerai che non c’è nulla di sbagliato in quel che sei e che anche il tuo rifuggire da te stesso è il modo perfetto che ha l’anima di consentirti di spingerti ancora più vicino a te stesso. Tiziana Cerra www.tizianacerra.com ....... Continua a leggere…


È quando vibri alla stessa frequenza che non c'è né distanza né separazione. Tiziana Cerra Ph Gita Krishnamurti, Unsplash ....... Continua a leggere…


«'無視する mushi suru' o del valore di ignorare» dicono i giapponesi. E poi ancora “la qualità del nostro vivere dipende dal sapere soffermarsi solo sul necessario” [Wa]. Il tempo che passi a discutere di ciò che non ti piace e di chi ti ferisce, è tempo che utilizzi per abbassare la tua vibrazione. Il parlar male non è “circolare”, il respiro è “circolare”, l’amore è circolare. Ciò che da te esce sotto forma di giudizi....... Continua a leggere…


«'無視する mushi suru' o del valore di ignorare» dicono i giapponesi. E poi ancora “la qualità del nostro vivere dipende dal sapere soffermarsi solo sul necessario” [Wa]. Il tempo che passi a discutere di ciò che non ti piace e di chi ti ferisce, è tempo che utilizzi per abbassare la tua vibrazione. Il parlar male non è “circolare”, il respiro è “circolare”, l’amore è circolare. Ciò che da te esce sotto forma di giudizi....... Continua a leggere…


Credo in chi ti ama ancora quando te ne vai. Quando decidi di spostarti, perché la ricerca della serenità dovrebbe essere un diritto inalienabile, per ogni uomo, per ogni donna. Credo in chi ti abbraccia, non perché te lo meriti, non perché ti sei comportato bene “per lui” , “per lei” ma per te, per il tuo diritto alla vita, al sorriso, per quel tiepido coraggio talvolta così flebile, che si chiama diritto alla gioia, ineffabile, ete....... Continua a leggere…


Credo in chi ti ama ancora quando te ne vai. Quando decidi di spostarti, perché la ricerca della serenità dovrebbe essere un diritto inalienabile, per ogni uomo, per ogni donna. Credo in chi ti abbraccia, non perché te lo meriti, non perché ti sei comportato bene “per lui” , “per lei” ma per te, per il tuo diritto alla vita, al sorriso, per quel tiepido coraggio talvolta così flebile, che si chiama diritto alla gioia, ineffabile, ete....... Continua a leggere…


Non esiste una percezione giusta e impeccabile di ciò che è oltre noi. Di come sono gli altri, di ciò che sentono, di come agiscono. Tutto questo perché, ciò che percepisci, è filtrato necessariamente da quel te che ad oggi puoi e sei. Quando hai la certezza di sapere esattamente cosa l’altro creda o faccia, in realtà stai ipotizzando, fotografando la situazione attraverso tutto di te, limiti e paure comprese. Ecco perché ogni viaggio, ....... Continua a leggere…


Non esiste una percezione giusta e impeccabile di ciò che è oltre noi. Di come sono gli altri, di ciò che sentono, di come agiscono. Tutto questo perché, ciò che percepisci, è filtrato necessariamente da quel te che ad oggi puoi e sei. Quando hai la certezza di sapere esattamente cosa l’altro creda o faccia, in realtà stai ipotizzando, fotografando la situazione attraverso tutto di te, limiti e paure comprese. Ecco perché ogni viaggio, ....... Continua a leggere…